Archivi categoria: News

Ci lascia Teo Hernandez, cantante dei Los Dementes

Il 19 Maggio ci ha lasciato Teo Hernandez, un caro amico e persona squisita e piena di amore per la vita e per la musica.

Un infarto nella sua città di Maracay dove viveva attualmente, secondo il suo amico e cantante Gonzalo Martinez.

Teo Hernandez nato a Barlovento, in Venezuela il 15 Gennaio del 1948 era un grandissimo sonero, voce storica della salsa Venezuelana, raggiunse il successo con l’orchestra di Oscar D’Leon “La Critica” , “Los Venezuelan Masters, la “Descarga Criolla” e divenne una star con l’orchestra dei Los Dementes di Ray Perez con cui girò anche in Europa sia con la formazione originaria che con quella creata apposta in Italia con i “Los Dementes Italianos”.

Siamo orgogliosi di averlo conosciuto e frequentato , perché proprio nel lato umano è venuto a mancare un caro amico.

Che fosse uno straordinario cantante lo si sapeva, bastava ascoltarlo, ma la perdita umana è altrettanto pesante.

Abbiamo quindi pensato di creare questo omaggio con tutti i video e foto presi da ogni tour che abbiamo fatto con Ray e Teo in Italia ed in Europa.

L’Italia lo ha sempre avuto nel cuore ed il pubblico salsero ha sempre dimostrato la sua sviscerata passione per le musiche di Ray e Teo.

Dal primo compleanno Lasalsavive del 2008 in cui canto’ per la prima volta in Italia fino al concerto al Salsa Festival Switzerland di Zurigo nel 2015.

Descansa en gloria con los grande de la salsa, querido Teo.

Tu amigos salseros de Italia, los componentes de la Orquesta “Los Dementes de Italia”:

Ray Perez: Piano, voce

Teo Hernandez: voce

Horst Gasser: timbales

Tullio Sartori: congas

Davide Lanzarini: basso

Federico Guarneri: bongo

Renato Pignieri: trombone

Francesco Bucci: trombone

y tu familia italiana de Anna , Michele, Max y Tommy.

Gracias por todo!

Foto primo anniversario lasalsavive Ray Perez e Teo 2008

Foto Los Dementes a Roma 2008

Foto Salsa Vintage Ginevra 2009

Foto Amburgo 2013 HamburgSalsaCongress

Foto 2015 SwitzerlandSalsaCongress

Intervista Teo

2008 Bologna

2008 Roma

2009 Ginevra

2013 Amburgo

2015 Zurigo

La pista uno del 15 anniversario LaSalsaVive!

LaSalsaVive quindicesimo anniversario: le foto!

Sono passati 15 anni dal primo evento LaSalsaVive ma ogni volta l’emozione prende il sopravvento e non ci si abitua mai a gestire questa immensa quantità di sorprese.

Il compleanno ormai è diventato un punto d’incontro per persone che magari si vedono solo una volta all’anno e che approfittano di questa occasione per ritrovarsi con i vecchi amici. E ancora una volta abbiamo vissuto una notte indimenticabile!

Tantissimi amici arrivati da ogni angolo del nostro meraviglioso Paese ma anche tanti che sono venuti apposta da altri Paesi europei.

I nostri dj che hanno regalato vere chicche per farci ballare tutta la notte (chiusura alle 5:30) e che non finiremo mai di ringraziare per tutta la passione che dimostrano ogni volta che salgono su quella consolle. Andrea Melloni e Samuele Melloni i due “mancati fratelli” perchè si compensano in ogni cosa che fanno e alla fine rendono possibile tutto quello che ruota intorno all’evento.

Il mio fratellone Tommy Salsero per condividere con me tutto questo fantastico viaggio che si chiama LaSalsaVive, un viaggio che continua dopo 15 anni e che cercheremo di far andare avanti ancora per tanti anni. Grazie di cuore a TUTTI voi!

La pista uno del 15 anniversario LaSalsaVive!
La pista uno del 15 anniversario LaSalsaVive!

Ed ecco alcuni commenti post evento:

LaSalsaVive, 14 compleanno, il taglio della torta!

LaSalsaVive e sono quattordici!

Finalmente trovo un attimo di tempo per scrivere due righe sul 14 compleanno LaSalsaVive…intanto vorrei ringraziare Andrea e Samuele e la loro famiglia che nonostante le avverse condizioni climatiche hanno svolto un lavoro INCREDIBILE! Poi li ringrazio perchè tornare dopo un anno e ritrovare tutto come era rimasto, bè, è una bellissima cosa! Ogni anno è sempre uguale, si parte con una fortissima carica che comprende sia la tensione legata all’organizzazione che quella per la riuscita di tutto, affinchè tutti voi possiate passare una notte UNICA e INDIMENTICABILE. Speriamo di esserci riusciti anche questa volta nonostante il tempo abbia cercato di farci la…festa! 🙂 Quindi non posso non ringraziare TUTTI voi, gli assoluti protagonisti insieme alla musica di questa festa, voi che ogni anno ci rinnovate la fiducia e continuate a muovervi da ogni angolo d’Italia e dall’estero per vivere una sola notte fatta di emozioni, di incontri, di gioia di condividere questa grande passione che si chiama SALSA. E naturalmente grazie anche a tutti i dj che hanno condiviso la consolle in modo ESEMPLARE, grazie ragazzi, siete stati veramente GRANDI! Concludo ringraziando la nostra cara amica Jessica che è venuta apposta da Parigi per stare insieme ai suoi amici, la nostra sorellina acquisita Una insieme a cui tutto questo nacque un po’ di anni fa per gioco, e naturalmente al fratellone (questo vero… 🙂 ) che condivide con me l’organizzazione degli eventi LaSalsaVive. Grazie grazie grazie e…appuntamento al 22 settembre 2017 al Byblos di Misano Adriatico per un’altra notte magica!

LaSalsaVive, 14 compleanno, il taglio della torta!
LaSalsaVive, 14 compleanno, il taglio della torta!

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”1″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”100″ thumbnail_height=”75″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”3″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Show as slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Jose Lugo

Scompare Jose Lugo, pianista portoricano. Aveva 56 anni.

di Tommy Salsero

Domenica 14 Giugno all’età di 56 anni, dopo aver lottato con un tumore, ci ha lasciato il grande pianista e arrangiatore Josè Lugo.

Ho avuto modo di conoscere questo grande musicista nel 1996 dopo il concerto di Gilberto Santa Rosa al festival delle orchestre di Portorico.
Volevo imparare il suo stile che avevo ascoltato nei dischi del grande Willie Rosario, andai nel backstage e mi presentai: “salve sono un musicista italiano che ama il suo stile ed il modo di suonare salsa al piano, me lo potrebbe insegnare?”.
Lui fu molto gentile e rimase colpito dal fatto che in Italia ci fosse qualcuno che lo conoscesse e fosse interessato ad approfondire il suo stile e mi diede appuntamento il giorno dopo a casa sua.
In Italia potrà sembrare assurdo ma in America Latina conoscere artisti è la cosa più normale che ci sia, nessuno, anche fra i più grandi, si sente un vip.
Nel 2003 mi diede il suo primo disco da solista “Piano con Mata” nel celebre negozio Viera Disco che lo distribuiva.
Potete immaginare il dispiacere che provo nel sapere che Josè sia scomparso domenica all’età di 56 anni.

Jose Lugo
Jose Lugo

Era assieme a Luisito Marin il miglior pianista di salsa di Portorico della nuova generazione. Aveva iniziato ad avere successo negli anni 90 come pianista e arrangiatore di Willie Rosario e Gilberto Santarosa di cui era anche il direttore d’orchestra.
Ha continuato la carriera anche come produttore fino a fondare un suo gruppo, il “Guasábara Combo“, con cui registrerà 3 dischi: “Guasábara” (2008), “Poetic Justice” (2011) e “Dónde están” (2016).

Inizia la sua carriera lavorando come pianista con Bobby valentin negli anni 80, prendendo il posto di Mario Roman.
Il suo stile colpisce per il senso ritmico e i bellissimi controcanti con la mano destra, che mettono in luce un nuovo stile di suonare il piano nella Salsa, a metà tra il grande melodismo di Papo Lucca e il nuovo stile molto ritmico di New York di Sergio George.

Ascoltate l’introduzione con le variazioni, in particolare a partire dal minuto 2,50 in poi:

Con Willie Rosario mette in luce le sue qualità di arrangiatore anche nella salsa Romantica, ascoltate il tumbao del piano swingante con la mano destra che armonizza a decime nel ritornello:

Celebri le sue descargas e jam session in ambito di Latin jazz al Coabey di Rio Piedras:

qui con il direttore dei Los van Van Samuel Formell:

Al grande Bobby Valentin ha dedicato un omaggio straordinario “Mambo Valentin” un pezzo stupendo di latin Jazz (che consiglio a tutti i dj):

Qui con il suo gruppo assieme a Gilberto Santarosa:

Nel 2011 produce il bellissimo disco (estratto dal docufilm vincitore di due premi “Emmy” dedicato al più grande compositore di Salsa della storia Tito Curet Alonso: “Sonó, sonó… Tite Curet”.

Un grande e straordinario essere umano e musicista, che la terra ti sia lieve Josè.

 



 

 

I prossimi eventi LaSalsaVive!

SABATO 01 GIUGNO 2016
Mariquito Adelayde (Tamara – FE)

Mercoledi’ 1 Giugno (prefestivo) … ritorna la Charanga Moderna al Mariquito Adelayde di Tamara (FE), per una notte interamente dedicata alla SALSA classica e alla musica dal vivo!
In consolle Tito El Cachimbo si alternerà con l’orchestra.

Una notte assolutamente da non perdere!!!

In caso di bel tempo suoneremo nel giardino estivo, altrimenti andremo tutti all’interno del locale come le altre volte.

Vi aspettiamo numerosi!

La Charanga Moderna suonerà il prossimo 1 giugno 2016 (prefestivo) all'Adelayde di Tamara di Copparo (FE)!
La Charanga Moderna suonerà il prossimo 1 giugno 2016 (prefestivo) all’Adelayde di Tamara di Copparo (FE)!

 


VENERDI’ 10 GIUGNO 2016
Hostaria del Castello (Gradara – PU)

Ritorna l’evento più amato dagli appassionati di salsa e mambo, il primo, l’ORIGINALE (la prima edizione risale infatti al 2008), il più copiato, nella sua nona edizione: UNA NOTTE AL PALLADIUM!

Una notte al Palladium 9, Hostaria del Castello (Gradara - PU), 10 giugno 2016
Una notte al Palladium 9, Hostaria del Castello (Gradara – PU), 10 giugno 2016

Rivivi insieme a noi le magiche notti del tempio del Mambo, il mitico PALLADIUM di New York dove i migliori ballerini dell’epoca si sfidavano in balli mozzafiato e dove suonavano i più grandi musicisti del periodo come TITO RODRIGUEZ e TITO PUENTE!

Continua…


26 e 27 AGOSTO 2016, HOSTARIA DEL CASTELLO (Gradara – PU)

… intanto iniziate a segnarvi queste due date, perchè quest’anno abbiamo deciso di raddoppiare la festa del nostro compleanno!!!

13 anniversario LaSalsaVive, Hostaria del Castello Gradara (PU) - 26 e 27 agosto 2016
13 anniversario LaSalsaVive, Hostaria del Castello Gradara (PU) – 26 e 27 agosto 2016

TREDICI ANNI DI EVENTI interamente dedicati alla salsa dura o classica, ovvero tutta quella musica che unisce tutti gli appassonati di (salsa, mambo, cha cha cha, son montuno, guajira, guaracha, boogaloo, pachanga ecc.) e che fa vibrare le corde dei nostri cuori e dei nostri piedi ogni volta che viene suonata in pista!

E quest’anno abbiamo deciso di spostarci al MARE!

Continua…

Viera discos, la sede del famoso negozio di dischi

Viera discos continuerà la propria attività!

Aggiornamento del 25 novembre

La notizia che tutti attendevano è finalmente arrivata oggi: VIERA DISCOS non cesserà più la propria attività.
E’ stato trovato un accordo con i proprietari dello stabile fino a Marzo 2016, nel frattempo i Sigg.ri Viera potranno trovare un nuovo locale dove continuare con lo storico negozio di dischi.

Segue la notizia che avevamo dato il 20 novembre 2015 in cui si diceva della chiusura del negozio:

Purtroppo abbiamo ricevuto la notizia della chiusura di quello che probabilmente è il negozio di dischi di musica latina più vecchio del mondo, sicuramente quello più famoso: VIERA DISCOS.
Dopo sessant’anni di onorata attività il negozio era diventato per tutti “la cattedrale della musica latina”, quel posto che non si poteva mancare di visitare quando si andava a visitare Portorico per conoscere la “Isla del Encanto” o semplicemente per partecipare a qualche congresso di Salsa.

La sede dello storico negozio è stata infatti venduta ed i nuovi proprietari non intendono continuare ad affittare i locali ai Sigg.ri Viera, i quali purtroppo hanno deciso di vendere tutti i dischi a prezzi di saldo con sconti del 50% (oltre 180.000 pezzi) e cessare la propria attività.

Noi abbiamo passato alcuni momenti davvero molto belli in quel negozio, come quella volta che Tommy andò a comprare alcuni dischi di Willie Rosario ed il Sig. Viera gli chiese se voleva conoscerlo…non fece in tempo a dire che sarebbe stato un grandissimo onore che il famoso direttore d’orchestra era già lì e fu così che potè realizzare una bella intervista!

Anche questo era Viera discos, un pezzo di storia della musica portoricana che a breve non ci sarà più.

Viera discos, la sede del famoso negozio di dischi
Viera discos, la sede del famoso negozio di dischi

COMUNICADO DE PRENSA Queridos amigos y colegas de la industria del entretenimiento. Nuestra familia VIERA siempre ha tenido un compromiso con el Arte y la Cultura de nuestro país y con la de otros países que amamos y con los que siempre hemos colaborado. En las diferentes transiciones de locales que ha tenido VIERA DISCOS en sus 60 años de trayectoria hemos recibido desde el limpiabotas de la esquina, a nuestro mentor y fundador del Instituto de Cultura Puertorriqueña, Antropologo Dr. Ricardo Alegría, hasta nuestro mas humilde e importante actor de Hollywood; Benicio del Toro. Es un compromiso de mas de seis décadas que hemos realizado con mucha humildad pero con mucho orgullo.
NOS ARREBATARON NUESTRA ESTRUCTURA Ese compromiso ha sido interrumpido por una partida de seres que de manera mezquina, fraudulenta y altamente sospechosa han adquirido el Edificio que por mas de 10 años alberga La Catedral de la Música Latina, VIERA DISCOS, La Casa del Coleccionista. Esto nos ha tomado por sorpresa en el momento mas inoportuno y de manera veloz tenemos que entregar y vaciar el edificio para que las memorabilias de este museo, piezas de colección, libros, instrumentos, cuadros, pinturas, equipo, musica y nuestra colección de mas de 180,000 mil unidades de long paying NO vayan a ser tiradas a la calle. NUESTRO DEBER Es nuestro deber dejarle saber a nuestro país, nuestros amigos y clientes a través del mundo entero, esta situación tal y como es. EL AY BENDITO DE NUESTRO PAIS Son cosas que pasan solamente en este país Puerto Rico, un país que vive de la cultura defiendiendola a capa y espada y sin ayuda gubernamental, pues nuestra cultura es atropellada día a día por el propio gobierno central y seres que en menoscabo de la verdad realizan transacciones en un closet oscuro. ALERTA Ya las agencias estatales y federales pertinentes tendrán que investigar y encausar a los responsables de los atropellos que se han cometido contra nosotros y el negocio bancario y de bienes raices fraudulento que existe en este país en la compra venta de propiedades de manera ilegal. RAFAEL VIERA SE RETIRA DE LA MUSICA En vista de esta mezquindad y por la condición de salud que esta pasando mi padre el ha decidido de manera final retirarse de la música, algo que lo apasiona y que hubiera sido para el lo mas grande tener un final feliz con su música y sus amigos, colegas, artistas y músicos en lo que el un día denominó como La Catedral de la Música Latina y que ha sido tristemente trastocado por oportunistas y mercaderes que poco le ha importado nuestro legado cultural. Quisimos tener la colaboración de un municipio con la adquisición y/o asignación de un edificio en deshuso para continuar con nuestro compromiso cultural, pero solo se escucho el coquí, coquí, coquí con su eco retumbar a los lejos. No somos de rogar por seguir haciendo lo que nos apasiona, ( La Cultura es como el Amor que no se ruega ), así que tampoco vamos a mencionar el municipio que fallidamente despues que se comprometieron nos dejaron en un letargo que si la patria hablara jumm diria que así no se hace patria.Lamentablemente son muy pocos los pueblos que quieren y tienen un compromiso con nuestra música y cultura. El tiempo apremia y de manera responsable tenemos que abandonar inmediatamente el edificio. NUESTRO LEGADO Muchas de nuestras piezas estarán en el futuro MUSEO DE LA SALSA DEL MUNICIPIO DE LOIZA, allí sabemos que estarán en buenas manos. VENTA LIQUIDACIÓN Desde el VIERNES 20 DE NOVIEMBRE DE 2015 estaremos liquidando todo el inventario existente en VIERA DISCOS a mitad de precio. Invitamos a los coleccionistas de Puerto Rico, Colombia, Panamá, Perú, Costa Rica, México, Venezuela, Cuba, Santo Domingo, Ecuador, Nueva York, Miami, Argentina, Europa, y demas amigos y clientes a que aprovechen esta venta de liquidación. Mi padre estará firmando algunas de las piezas que adquieran y despidiendose de sus amigos. Sinceramente, RICHIE VIERA, RAFAEL VIERA VIERA DISCOS “LA CASA DEL COLECCIONISTA” LA CATEDRAL DE LA MUSICA LATINA. Teléfono (787) 725-1105

Edgar Espinoza

Edgar Espinoza: un grande salsero colombiano, passato dal successo ai margini della società

La storia di Edgar serve da esempio, una lezione di vita che ci fa riflettere sul vero valore della vita, e del fatto che in qualsiasi momento le cose possono cambiare, al di là di quanto uno possa essere grande.

Edgar Espinoza è un musicista che nei primi anni ottanta aveva raggiunto una certa popolarità suonando con orchestre come il Gruppo Niche, polistrumentista in grado di suonare in modo impeccabile il sassofono, la tromba o il pianoforte e non solo, era anche cantante.

A distanza di tanti anni qualcosa non è andato per il meglio e lentamente, Edgar, si è trovato ai margini della società, vivendo per strada.

L’altro giorno mi è capitato di vedere un video in cui questo musicista suonava il piano passando le sue mani fra le sbarre della recinzione della Facoltà d’Arte ASAB dell’Università di Bogotà, circondato da tanti giovani che lo guardavano ammirati e lo accompagnavano mentre suonava “mujer divina”, grande successo di Joe Cuba.

Edgar Espinoza suona “mujer divina”

Il video ha un impatto fortissimo: un uomo in evidente difficoltà che suona con una grazia e una dolcezza tipica di chi ha vissuto di musica e per la musica, solo come i grandi artisti sanno fare.
Gli accordi suonati in modo impreciso all’inizio ma che con il passare dei secondi diventano sempre più precisi e che riempiono l’udito ma soprattutto arrichiscono il cuore di chi lo guarda.

Anche i quotidiani colombiani dedicano spazio a questa notizia...
Anche i quotidiani colombiani dedicano spazio a questa notizia…

Uno degli studenti racconta: “Io non amo chiedere di cliccare ” mi piace”, tantomeno amo condividere cose per la rete, però questo è qualcosa che mi ha commosso e che mi ha dato la motivazione per aiutare questa persona in qualsiasi forma possibile.
L’altro giorno nella tarda mattinata sono arrivato alla Facoltà d’Arte ASAB (che è dove studio musica). Molti dei miei compagni mu hanno salutato, cosa abituale fra di noi, però subito dopo mi hanno raccontato che era successo qualcosa che non capita tutti i giorni in questo posto.
Dalla recinzione che divide il patio della Musica dall’edificio della strada Caracas, mi hanno raccontato che si è avvicinato un uomo che, a causa delle sue condizioni trasandate, appariva essere un uomo che viveva nella strada. Ha parlato con i miei colleghi per un momento e dopo se n’è andato, lasciando tutti senza parole per le sue grandi abilità musicali, dopo aver chiesto loro se poteva suonare un po’ il pianoforte passando le mani attraverso la recinzione. Avevo visto quell’uomo poco prima mentre suonava il flauto dolce nella strada per guadagnarsi da vivere, però non l’avevo visto suonare un altro strumento, nè sapevo che grande storia nascondeva questo signore che, a causa di alcuni infortuni nella vita, era arrivato ai margini dell’indigenza.

Oggi è tornato per fermarsi vicino alla recinzione ed io ho avuto la fortuna di essere presente quando l’uomo è arrivato. Il mio amico, che si porta il piano per studiare in questo spazio, gli ha prestato di nuovo lo strumento per dargli la possibilità di mostrarci le sue abilità.
Lui ha iniziato a raccontarci alcune storie della sua vita ed ha condiviso con noi delle tecniche musicali: era evidente che ne sapeva di musica.
Dopo aver fatto quattro chiacchiere ha iniziato a suonare il piano con un po’ di difficoltà, dato che la recinzione gli impediva di muoversi liberamente ed era obbligato a staccare le mani per spostarle da una parte all’altra del piano. Io non riuscivo a credere a quel che stavo vedendo… il suo stile rilassato nel suonare la salsa e cantare al tempo stesso come se fosse un grande artista del genere, invece eravamo di fronte ad un pover’uomo che si guadagna da vivere chiedendo l’elemosina per le dure strade asfaltate del nostro paese.

Il suo nome è Edgar Espinoza. Un musicista che suona nei “Son Callejero”, una piccola orchestra di Bogotà formata da alcune persone che hanno dovuto affrontare seri problemi nella loro vita, e che, dopo essere stati grandi stelle o musicisti famosi nella scena salsera colombiana, si sono trovate a dover vivere per la strada.

Negli anni di maggior successo questo musicista suonò in grandi gruppi di salsa come bassista, pianista, percussionista, saxofonista e cantante. Fra i gruppi più conosciuti figurano l’Orchestra “Los Niches”, l’orchestra di Henry Fiol, Jerry Rivera.

Io so che molti di coloro che hanno visto questo video, probabilmente non sono arrivati in fondo a questo articolo che, nonostante sia abbastanza lungo, racconta la storia di quest’uomo in modo molto personale, esattamente come sento di viverla e come vorrei che la conoscessero i lettori.
E come ho detto all’inizio, non voglio chiedervi di condividere questo video per vedere crescere il numero di “mi piace” o per una gloria personale, ma solo affinchè quest’uomo possa riprendersi e veder migliorare la sua situazione
“.

A distanza di quasi un anno gli studenti hanno pubblicato un nuovo video dove si vede un Edgar Espinoza in condizioni decisamente migliori e speriamo che oggi possa essersi ripreso completamente per tornare a suonare a tempo pieno la sua amata salsa.

Una notte al castello 3 – salsa fluo: foto e video!

Ecco le foto dell’evento LaSalsaVive “Una notte al castello” 3 – salsa fluo (in collaborazione con Hostaria del Castello e Latin & Salsa lovers)!
Volevamo ringraziare tutti i partecipanti che ancora una volta hanno partecipato numerosi e da ogni parte d’Italia, i dj che si sono alternati in consolle, Oscar El Leon, Marco Angelo della Marca e Davide djX e naturalmente i gestori dell’Hostaria del Castello che hanno reso possibile tutto questo!

E adesso appuntamento il 28 agosto 2015 per “Una notte al Castello 4 – Summer White Party“!

Vai alle foto dell’evento

Una notte al Castello 4, salsa fluo. L'inizio delle danze...
Una notte al Castello 4, salsa fluo. L’inizio delle danze…